Benvenuti sul sito di Pair

Close Icon

Le banche etiche battono le banche tradizionali

Secondo una ricerca internazionale le banche sostenibili attive in tutto il mondo hanno evidenziato performance finanziarie migliori rispetto alle così dette “too big to fail”. Risultati migliori quanto a depositi, raccolta, credito, capitale e impieghi

Nel 2013 le banche etiche e sostenibili attive in tutto il mondo hanno evidenziato performance finanziarie migliori rispetto alle così dette “too big to fail”. Lo dimostra la nuova edizione della ricerca curata dalla “Global Alliance for Banking on Values” (GABV): un network che riunisce 25 banche orientate alla sostenibilità sociale e ambientale, attive in 6 continenti, con 30mila addetti, 20 milioni di clienti e un giro di affari che supera i 100 miliardi di dollari. Banca Etica è l’unico istituto di credito italiano membro della Gabv.

La ricerca è stata resa nota il 23 ottobre in occasione della giornata globale per la promozione della finanza etica: una mobilitazione sui social network che ha generato oltre 6.000 conversazioni online con #bankingonvalues raggiungendo quasi 2 milioni di utenti solo su Twitter. I dipendenti, i soci e i clienti hanno condiviso le storie e le esperienze che li hanno portati a scegliere la finanza etica. Una narrazione collettiva di casi concreti di buona economia che guarda ai rendimenti, ma soprattutto alla creazione di posti lavoro in imprese sociali e sostenibili che t

utelano l’ambiente, promuovono la salute, la cultura, l’inclusione sociale e la legalità.

Ecco in sintesi i principali risultati della ricerca:
Prestiti su totale attivi – Le banche sostenibili ed eticamente orientate erogano circa il doppio del credito in proporzione agli attivi di bilancio rispetto alle banche di sistema (76,2% per le banche sostenibili; 40,5% per le “too big to fail”).
Depositi su totale attivi – I bilanci delle banche eticamente orientate si sostengono grazie alla raccolta di risparmio dalla clientela senza bisogno di attività speculative (80,4% per le banche etiche e sostenibili; 48,8% per le “too big to fail”).
Capitale su totale attivi – Le banche etiche e sostenibili hanno una solidità patrimoniale maggiore rispetto alle banche di sistema (7,7% per le banche etiche e sostenibili;6,6% per le “too big to fail”)
Impieghi – Gli impieghi crescono più rapidamente nelle banche etiche e sostenibili rispetto alle banche di sistema: nel periodo 2009-2013 le banche sostenibili hanno registrato in media una crescita degli impieghi pari a +13,2% contro lo scarno + 3,8% delle too big to fail
Raccolta – Anche la capacità di attrarre risparmio è cresciuta molto di più nelle banche etiche e sostenibili. Tra il 2009 e il 2013 hanno registrato nell’insieme un +15.3% contro il +4,9% delle banche di sistema.
Capitale sociale – Anche la crescita del capitale sociale è stata molto più marcata nelle banche etiche e sostenibili nel periodo 2009-2013: +13,8% contro il +8,6%  per le “too big to fail”.

La ricerca completa in inglese si può scaricare qui

Fonte: vita.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizi convenzionati