Benvenuti sul sito di Pair

Close Icon

Riflettete! No all’abolizione del Tribunale dei minorenni

Partita una campagna con l’obiettivo di inondare di mail i senatori della Commissione Giustizia. Si chiede un ripensamento al testo che riforma la giustizia minorile, che causerebbe la “cancellazione dell’effettiva tutela dei diritti ed interessi prevalenti dei minori di età”

MILANO – Gentile Senatore, rifletta bene: la riforma della giustizia minorile è sbagliata. È questo in sostanza il messaggio che associazioni, camere minorili ed esperti stanno inviando, via mail, ai senatori  che compongono la Commissione Giustizia di Palazzo Madama. La riforma della Giustizia del ministro Orlando, che ha appena concluso il suo iter alla Camera, e sta passando al Senato, abolisce di fatto il Tribunale dei minorenni sostituendolo con sezioni specializzate nei tribunali ordinari. Secondo associazioni, avvocati e operatori, in questo modo si buttano via anni di esperienza e un sistema che, pur non perfetto, gli altri Paesi europei ci invidiano. Ed è per questo che è nata una campagna di pressione sui Senatori, con l’obiettivo di inondarli di mail in cui si sottolinea l’assurdità

Questo il testo della mail, che sta arrivando ai senatori.

“Egr./Gent.le Senatore/tre, in questo momento l’Unione europea sta chiedendo agli Stati Membri di adeguare il proprio sistema di tutela e giustizia minorile avvicinandolo a quello italiano; gli Stati membri avranno 36 mesi di tempo per  raggiungere almeno alcune delle caratteristiche che il sistema di giustizia minorile italiano ha consolidato da ormai 40 anni. Quindi, ora, Le chiedo di fermarsi e riflettere! Proponga di stralciare dal ddl gli articoli riguardanti la disciplina minorile per portarla ad una discussione più accurata e meno frettolosa.
L’attuale formulazione e la potenziale riorganizzazione istituzionale che ne potrebbe derivare rischiano di avere come conseguenza  irrimediabile la distrazione da e la conseguente cancellazione dell’effettiva tutela dei diritti ed interessi prevalenti dei minori di età. Difatti non solo la normativa sostanziale e procedurale italiane sono state prese ad esempio, bensì i risultati e gli effetti sociali in termini di cura, sostegno, reinserimento sociale e personale che la storia della giustizia minorile hanno evidenziato e concretamente realizzato in questi ultimi decenni.
I Tribunali per i Minorenni e le Procure della Repubblica presso i Tribunali per i Minorenni  formano un sistema  sicuramente perfettibile ma non sopprimibile poiché pongono al centro il reale e preminente interesse del minore! Si fermi! Indossi uno sguardo lungimirante!”.

della cancellazione della giustizia minorile.

Fonte: Redattore Sociale

Comments are closed.

Servizi convenzionati