Benvenuti sul sito di Pair

Close Icon

ISTAT: Al via la Rilevazione campionaria sulle istituzioni non profit

Coinvolge un campione di circa 40 mila enti non profit, che devono rispondere entro il 10 marzo 2017. L’obiettivo è quello di integrare le informazioni presenti nel Registro statistico.
Ha preso avvio lo scorso 15 novembre la Rilevazione campionaria sulle istituzioni non profit, che ha cadenza biennale e coinvolge un campione di circa 40 mila istituzioni.

Gli obiettivi principali della rilevazione:
– verificare e completare le informazioni presenti nel registro statistico;
– definire la consistenza e le caratteristiche principali del settore (garantendone la confrontabilità con i passati censimenti);
– ampliare il patrimonio informativo disponibile tramite approfondimenti tematici e la valorizzazione degli archivi amministrativi;
– ridurre il disturbo statistico e i costi della rilevazione.

Chi deve rispondere
Sono coinvolte le istituzioni non profit definite come le unità giuridico-economiche, dotate o meno di personalità giuridica, di natura privata, che producono beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non hanno facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che le hanno istituite o ai soci.
Secondo tale definizione, sono esempi di istituzioni non profit: le associazioni (riconosciute e non riconosciute), le fondazioni, le cooperative sociali, i comitati. Rientrano tra le istituzioni non profit anche le organizzazioni non governative, le organizzazioni di volontariato, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), i partiti politici, i sindacati, le associazioni di categoria, gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti.

La data di riferimento della rilevazione è il 31/12/2015.
I dati richiesti nel questionario sono in generale relativi all’anno 2015 mentre le informazioni di carattere strutturale, come ad esempio il numero di risorse umane impiegate o il numero di soci, si riferiscono al 31 dicembre 2015.

La compilazione
Alle unità selezionate nel campione viene inviato il plico di rilevazione tramite posta o posta elettronica certificata.
Oltre che nel tradizionale formato su carta, il questionario può essere compilato on line sul sito della rilevazione. Quest’ultima modalità permette di risparmiare tempo – evitando di riconsegnare il questionario all’Ufficio territoriale Istat competente sul territorio – e riduce notevolmente il rischio di errori anche grazie alla possibilità di compilare il questionario in momenti diversi e di modificare i dati inseriti fino all’invio definitivo.
Per agevolare il compito, sul sito dedicato sono inoltre disponibili una Guida alla compilazione, contenuti multimediali e una sezione dedicata alle domande più frequenti (FAQ, Frequently Asked Questions).
Nell’area Contatti sono invece indicati i riferimenti della sede territoriale Istat competente alla quale rivolgere ulteriori chiarimenti o richieste di supporto.

Obbligo di risposta
Il questionario deve essere compilato entro il 10 marzo 2017.
Tutte le unità incluse nel campione sono tenute a fornire i dati statistici richiesti, pena l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria prevista (come disciplinato dagli artt. 7 e 11 del d.lgs. n. 322/1989).
Come sempre, tutti i dati raccolti sono tutelati dal segreto d’ufficio e dal segreto statistico e non consentono l’identificazione di nessun soggetto.

La pubblicazione dei dati da parte dell’Istat è prevista nel corso del 2017.

https://indata.istat.it/censnp/

http://www.istat.it

Fonte: Nonprofitonline

Comments are closed.

Servizi convenzionati