Benvenuti sul sito di Pair

Close Icon

Protezione dei minori stranieri soli

.
Protezione dei minori stranieri soli:

le associazioni spingono sull’acceleratore

L’aula del Senato ha approvato ieri il ddl. In una nota, diverse associazioni chiedono ora “che l’iter non subisca ulteriori rallentamenti e si arrivi ad una rapida approvazione finale alla Camera. Il Garante Albano: importante ruolo su formazione dei tutori volontari”

L’aula del Senato ha approvato il ddl per la protezione dei minori non accompagnati con 170 favorevoli, 50 contrari e 8 astenuti. Il provvedimento passa alla Camera. Soddisfatte le associazioni che rilanciano.

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, in Sicilia per il programma di visite di monitoraggio delle strutture di prima accoglienza per i minori non accompagnati,  commenta: “Bene l’approvazione al Senato del ddl sui minori non accompagnati, prima legge organica in materia attesa da tempo. Importante il nuovo ruolo riconosciuto all’Autorità garante in merito alla formazione e selezione dei tutori volontari dei minori migranti privi di genitori. Spero che il provvedimento concluda brevemente il suo iter con l’approvazione definitiva alla Camera”.

Le associazioni: “Bene l’approvazione, ora la Camera la renda definitiva”. “Accogliamo con soddisfazione l’approvazione della proposta di legge sui minori non accompagnati in Senato. Ripetuti sono stati gli appelli delle associazioni alle forze politiche, ora l’auspicio è che l’iter non subisca ulteriori rallentamenti e si arrivi ad una rapida approvazione finale alla Camera. Le organizzazioni continueranno a seguire con attenzione il provvedimento, contando sull’impegno delle forze politiche che trasversalmente lo hanno promosso e sostenuto, affinché diventi presto legge dello Stato”. Questo il primo commento contenuto in una nota firmata da Ai.Bi. Amici dei Bambini, Amnesty International Sezione Italiana, Centro Astalli, Consiglio Italiano per i Rifugiati, Cnca, Unicef, Emergency, Medici Senza Frontiere, Oxfam Italia, Save the Children, Terre des Hommes Italia.

Le associazioni si soffermano poi sul merito del testo di legge: “Tra le principali novità introdotte dal testo, una modifica al testo unico sull’immigrazione, che disciplina il divieto di respingimento dei minori stranieri non accompagnati alla frontiera; un sistema organico di prima e seconda accoglienza in Italia, con strutture diffuse su tutto il territorio nazionale; l’armonizzazione delle procedure di accertamento dell’età, per evitare accertamenti medici invasivi, quando inutili, e maggiori garanzie procedurali, tra cui la presenza di mediatori culturali, anche durante l’accertamento; il rafforzamento degli istituti della tutela e dell’affido familiare e maggiori tutele per il diritto all’istruzione e alla salute, nonché per i diritti del minore durante i procedimenti amministrativi e giudiziari”.

Il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, salutando con favore il voto di Palazzo Madama sui minori non accompagnati perché “offre una tutela maggiore a chi arriva in Italia in condizioni di estremo disagio”, chiede che ci sia un ulteriore passo avanti. “Ci auguriamo che a questo nuovo, importante, passo avanti nei diritti segua una rapida approvazione della riforma della cittadinanza bloccata ormai da troppo tempo al Senato”.

In linea Save the Children che esprime soddisfazione per l’approvazione e auspica ora un rapido passaggio alla Camera per il via libera definitivo. “L’approvazione di oggi al Senato rappresenta un ulteriore, importante passo verso una legge che potrà finalmente garantire diritti e protezione a bambini e ragazzi soli, che hanno aspettato troppo a lungo. Ora però è fondamentale che non si perda altro tempo e che l’esame del ddl venga calendarizzato in tempi molto rapidi alla Camera, per arrivare a una definitiva approvazione – sottolinea Raffaela Milano, Direttore dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, l’Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e a promuovere i loro diritti – Rivolgiamo un ringraziamento particolare ai senatori che hanno ritirato tutti gli emendamenti, accogliendo così l’appello lanciato nei giorni scorsi da numerose associazioni e organizzazioni e favorendo l’accelerazione della discussione e del voto del testo”.

Da Redattore Sociale

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizi convenzionati