Benvenuti sul sito di Pair

Close Icon

BES: col DEF il Benessere equo e sostenibile entra nel Bilancio dello Stato

Un nuovo indice, ideato da Istat e Cnel, misurerà lo sviluppo della società in Italia. Il BES, l’indice del Benessere equo e sostenibile, si affiancherà all’aspetto economico del PIL. Insieme al REI, è una delle principali novità del DEF 2017.
Il DEF approvato il 12 aprile segna il debutto di due importanti novità, il REI (Reddito di inclusione) e BES (Benessere equo e sostenibile). Il primo è una delle misure per il contrasto alla povertà approvate a marzo dal Parlamento. Il secondo è l’indice, nato con l’ultima legge di Bilancio, che permette di valutare il progresso di una società non solo dal punto di vista economico, ma anche sociale e ambientale. Il Documento di economia e finanza segna formalmente il loro debutto.
Per il Reddito di Inclusione, il sostegno economico approvato il mese scorso per gli oltre 4 milioni di italiani in povertà assoluta, sono stati stanziati i 2 miliardi utili per garantire 480€ mensili a 400 mila famiglie. La cifra è sufficiente per coprire solo un terzo dei nuclei bisognosi e l’Alleanza contro la povertà, principale ideatore dell’intervento, stima servano circa 7,5 miliardi.
Il BES nasce da un progetto dell’Istat e del Cnel con l’obiettivo di valutare il progresso di una società non soltanto dal punto di vista economico, ma anche sociale e ambientale.
L’Istat, insieme ai rappresentanti delle parti sociali e della società civile, ha sviluppato un approccio multidimensionale per misurare il “benessere equo e sostenibile” che integra l’indicatore dell’attività economica, il Pil, con le fondamentali dimensioni del benessere e con misure di diseguaglianza e sostenibilità economica. Con la nuova Legge di bilancio approvata il 28 luglio 2016, il Bes entra per la prima volta nel Bilancio dello Stato e consente di rendere misurabile la qualità della vita e valutare l’effetto delle politiche pubbliche su alcune dimensioni sociali fondamentali.
L’analisi dettagliata degli indicatori effettuata nel rapporto Bes, realizzato a partire dal 2013, mira a rendere il Paese maggiormente consapevole dei propri punti di forza e delle difficoltà da superare per migliorare la qualità della vita dei cittadini, ponendo tale concetto alla base delle politiche pubbliche e delle scelte individuali.
Sono 130 indicatori a determinare il Benessere della società, secondo il BES, a loro volta raggruppati nelle seguenti 12 categorie:
  1. Salute
  2. Istruzione e formazione
  3. Lavoro e conciliazione tempi di vita
  4. Benessere economico
  5. Relazioni sociali
  6. Politica e istituzioni
  7. Sicurezza
  8. Benessere soggettivo
  9. Paesaggio e patrimonio culturale
  10. Ambiente
  11. Ricerca e innovazione
  12. Qualità dei servizi
Da Oasi sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizi convenzionati